Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Radiazione del PRA, patente di guida, patente nautica

 

Radiazione del PRA, patente di guida, patente nautica

RADIAZIONI DAL P.R.A., PATENTE DI GUIDA, PATENTE NAUTICA

 

1) Radiazione dal P.R.A.

In Italia di veicoli immatricolati o demoliti in Germania

2) Patente di guida

1a) Rinnovo della patente di guida
1b) In caso di patente scaduta, smarrita e rubata

3) Patente nautica

Convalida (rinnovo) di patente
nautica italiana per residenti all’estero

 

1) RADIAZIONE DAL P.R.A. IN ITALIA DI VEICOLI IMMATRICOLATI O DEMOLITI IN GERMANIA

Esportazione

Se si vuole esportare ed immatricolare all’estero un veicolo occorre effettuare la “radiazione per definitiva esportazione all’estero” dall‘Archivio Nazionale dei Veicoli e dal Pubblico Registro Automobilistico, per interrompere l’obbligo del pagamento della tassa automobilistica (bollo auto). A seguito della radiazione, l’obbligo al pagamento del bollo auto cessa dal periodo impositivo successivo alla data del rilascio del Certificato di Radiazione.

Dal 1 gennaio 2020 è entrata in vigore una nuova disciplina che regolamenta la radiazione di veicoli dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) per definitiva esportazione all’estero. Per i veicoli esportati all’estero dopo il 01.01.2020, la radiazione dovrà essere stata effettuata in Italia PRIMA che il veicolo venga esportato, e potrà essere effettuata solo se i veicoli saranno stati sottoposti a revisione, con esito positivo, in data non anteriore a sei mesi rispetto alla data di richiesta di radiazione. Una volta cancellato dal PRA, il veicolo potrà circolare su strada per raggiungere i transiti di confine per l’esportazione solo se munito del foglio di via e della targa provvisoria prevista dall’arti. 99 del Codice della Strada.

In considerazione del protrarsi dell’emergenza dovuta al Coronavirus e delle diverse misure di contenimento attuate nei vari Stati europei e Extra Europei, che hanno reso impossibile per molte persone effettuare la radiazione prima dell’entrata in vigore definitiva della nuova normativa il 4 maggio 2020, la Direzione Generale della Motorizzazione e ACI hanno previsto che sarà ancora consentito richiedere la radiazione per esportazione dall’estero tramite i Consolati, ma solo per i veicolo esportati dall’intestatario o avente titolo entro il 31.12.2019 e che siano già stati reimmatricolati al momento della richiesta di radiazione.

La richiesta di radiazione per definitiva esportazione all’estero dovrà essere inviata a mezzo posta all’indirizzo del Consolato, ma per esigenze particolari potrà anche essere consegnata a mano (concordare un appuntamento scrivendo a segreteria.colonia@esteri.it). La documentazione che dovrà essere prodotta dall’intestatario del veicolo – o dagli intestatari, in caso di veicolo cointestato – è la seguente:

1. fotocopia del documento d’identità dell’intestatario in Italia del veicolo;

2. istanza di radiazione per esportazione, che viene compilata dall’intestatario in Italia del veicolo sul retro del Certificato di Proprietà originale (che verrà trattenuto dal Consolato) oppure, in mancanza di questo, sul modello NP3C disponibile in Consolato e in internet tra i moduli dell’ACI:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica-pra.html;

nel caso il veicolo abbia un Certificato di Proprietà Digitale, dovrà essere compilata solo una particolare delega, disponibile anch’essa in Consolato oppure sul sito dell’ACI:
http://www.aci.it/fileadmin/documenti/per_circolare/guida_pratiche_auto/modulistica/modello_delega_CDPD.pdf
(ai fini di una corretta e completa compilazione dell’istanza, si suggerisce di fotocopiare la carta di circolazione italiana ed il certificato di proprietà prima di consegnarli alle autorità tedesche);

3. targhe italiane del veicolo;

4. fotocopia della carta di circolazione tedesca (Zulassungsbescheinigung Teil I) del veicolo, nonché, qualora disponibile, dichiarazione dell´Ufficio della Motorizzazione tedesca che attesti l’immatricolazione del veicolo in Germania;

5. documentazione idonea a dimostrare, direttamente o indirettamente, l’avvenuta esportazione del veicolo entro il 31.12.2019;

6. ricevuta del pagamento effettuato secondo le formalità indicate sul sito dell’ACI:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/esportazione.html

La conferma dell’avvenuta radiazione verrà inviata dall’ACI all’indirizzo di posta elettronica del richiedente.

Demolizione

Se si vuole demolire un veicolo bisogna consegnarlo ad un centro autorizzato e, a seguito della demolizione, presentare all’ACI una richiesta di cessazione della circolazione per demolizione: si veda il sito dell’ACI:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/demolizione.html

La richiesta può essere presentata sia direttamente all’ACI che per il tramite del Consolato, nel qual caso dovrà essere inviata a mezzo posta all’indirizzo del Consolato oppure – per esigenze particolari - consegnata personalmente, dopo aver concordato un appuntamento scrivendo a segreteria.colonia@esteri.it.
La documentazione che dovrà essere prodotta dall’intestatario del veicolo – o dagli intestatari, in caso di veicolo cointestato – è la seguente:

1. fotocopia del documento d’identità dell’intestatario in Italia del veicolo;

2. istanza di radiazione per demolizione, compilata dall’intestatario in Italia del veicolo sul retro del Certificato di Proprietà originale oppure, nel caso il veicolo abbia un Certificato di Proprietà Digitale, sul modulo di delega disponibile in Consolato o sul sito dell’ACI:
http://www.aci.it/fileadmin/documenti/per_circolare/guida_pratiche_auto/modulistica/modello_delega_CDPD.pdf;

3. certificato di avvenuta rottamazione/Verwertungsnachweis, rilasciato dalla ditta autorizzata che ha effettuato la rottamazione, in originale e corredato di traduzione in lingua tedesca;

4. targhe e libretto di circolazione italiani, che verranno trattenuti dal Consolato;

5. ricevuta del pagamento all’ACI dei costi della radiazione per demolizione. Le cifre da sommare per arrivare all’importo finale da pagare si trovano sul sito dell’ACI:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/demolizione.html
Per informazioni su come effettuare il pagamento, si veda quanto riportato al punto 6 del paragrafo precedente.

Per qualunque dubbio, e per concordare un giorno per la consegna della documentazione in Consolato, contattare la segreteria del Consolato segreteria.colonia@esteri.it 0221-4008712. E’ opportuno contattare la segreteria anche quando si preferisca inviare la documentazione a mezzo posta, in modo da verificare la completezza della documentazione prima dell’invio.

 

2) PATENTE DI GUIDA

a) Rinnovo della patente di guida

All’interno dell’Unione Europea la patente di guida viene rinnovata dallo Stato dove si risiede. Pertanto i cittadini italiani residenti in Germania da almeno 6 mesi devono richiedere il rinnovo della propria patente di guida ancora non scaduta agli uffici del proprio Comune di residenza, presentando:

  • carta d’identità o passaporto / Personalausweis oder Reisepass
  • 1 foto biometrica / 1 biometrisches Passbild
  • la patente di guida non scaduta / den noch gültigen Führerschein

b) In caso di patente scaduta, smarrita o rubata

Nel caso la patente sia già scaduta, oppure sia stata smarrita o rubata, il Comune tedesco deve controllarne i dati nel sistema RESPER (rete UE delle patenti di guida). Qualora il Comune tedesco non sia ancora in grado di collegarsi al sistema RESPER, è possibile che per il rilascio di una nuova patente venga richiesto, oltre a quanto indicato sopra, anche un attestato della Motorizzazione Civile italiana contenente i dati della patente di guida.

Questo attestato può essere richiesto a qualsiasi Ufficio della Motorizzazione Civile in Italia, sia di persona, dall’interessato oppure da persona da lui delegata (delega in carta semplice, accompagnata da una fotocopia del documento d’identità del delegante), oppure per e-mail. Per informazioni, e per i versamenti da effettuare per ottenere l’attestato, consultare il sito Il Portale dell’Automobilista:

https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/patenti_richiesta-attestato-validita-patente

L’attestato, una volta ottenuto, dovrà essere presentato agli uffici del proprio Comune di residenza in Germania assieme alla traduzione in lingua tedesca effettuata da un traduttore giurato.

In alternativa, il Comune tedesco può richiedere al Consolato (inviando una richiesta scritta all’indirizzo del Consolato, z.Hd. Frau Di Pietro, oppure via mail a segreteria.colonia@esteri.it) i dati della patente di guida, che il Consolato provvederà a sua volta a richiedere via mail alla Motorizzazione Civile italiana.

In questo caso però non sarà rilasciato alcun attestato, né dalla Motorizzazione Civile né dal Consolato, e i dati ottenuti dalla Motorizzazione verranno semplicemente comunicati via email al Comune tedesco richiedente

 

3) PATENTE NAUTICA

a) Convalida (rinnovo) di patente nautica italiana per gli italiani residenti all‘estero

Come fare

1. Individuare l’ufficio che ha provveduto al rilascio della patente da
convalidare (Capitaneria di porto, Ufficio circondariale marittimo o Ufficio
Motorizzazione Civile) al quale dovrà essere inviata l’istanza per la
convalida.

Capitanerie di porto: http://www.guardiacostiera.gov.it/organizzazione/comandi-territoriali

Uffici circondariali marittimi: http://www.guardiacostiera.gov.it/organizzazione/comandi-territorialiCategoriaArchivio=Uffici+circondariali+marittimi&CategoriaArchivioID=31

Uffici della motorizzazione civile: https://www.ilportaledellautomobilista.it/gms/ricerca/$N/$N;jsessionid=ZsmsrS2nE37I7LmnrWT2Xu-s.81798115-e38a-3e2b-a4e3-2d1f405827f3

2. Compilare l’istanza di convalida su questo modulo seguendo le indicazioni del foglio esplicativo.

3. Contattare il medico individuato dal Consolato per farsi rilasciare il giudizio di idoneità fisica e psichica.

Il costo della visita è di Euro 65.-

Arbeitsmedizinische Praxis Köln
Dr. Dario Segat
Gutenbergstr. 29
50823 Köln

Tel. +49 (0)173 - 722 8232 (solo lingua tedesca)
Tel. +49 (0)221 - 168 918 95 (solo lingua tedesca)
Fax. + 49 (0)221 97 27 032

mario.segat@sicomed.net

4. Venire in Consolato per farsi rilasciare dalla Segreteria un’attestazione (gratuita) sull’idoneità del medico ad esprimere il giudizio di
idoneità fisica e psichica di cui al punto 3, nonchè per acquistare alla cassa una marca da bollo da 16 euro da appporre sull’istanza di convalida ed una seconda marca da bollo, sempre da 16 euro, da apporre sul giudizio di idoneità fisica.

5. Spedire a mezzo posta, all’ufficio individuato al punto 1, l’istanza completa di marca da bollo PIU’ il giudizio medico PIU’ l’attestazione consolare sull’idoneità del medico che ha espresso il giudizio PIU’ una fotocopia della patente nautica PIU’ una fotocopia del passaporto (o della carta d’identità) del titolare della patente nautica; si consiglia di contattare l’ufficio stesso prima dell’invio della documentazione, per controllare che essa sia completa.

6. Quando si riceverà dall’ufficio al punto 1 il bollino che conferma la convalida della patente, applicarlo sulla patente stessa.

7. Se si desidera invece che la patente venga convalidata mediante apposizione di un timbro sulla patente stessa, e non mediante apposizione del bollino, bisognerà inviare all’ufficio di cui al punto 1 la patente nautica originale e non una fotocopia. Anche in questo caso, contattare preventivamente detto ufficio per chiarire le modalità di restituzione della patente convalidata.

8. Tale procedura non può essere utilizzata per la convalida di patenti nautiche rilasciate a persone non di cittadinanza italiana, per la convalida delle quali è necessario che il titolare sia residente in Italia.

 

 

 

 

 


308