Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Professionisti italiani

 

Professionisti italiani

Su base non obbligatoria, il Consolato Generale offre all'utenza
- senza assumersi alcuna responsabilità per quanto riguarda la correttezza dei dati
o la qualità dei servizi offerti e degli onorari richiesti -,
liste di professionisti di riferimento che hanno segnalato i propri dati al Consolato (ved. foglio informativo)

Si prega di voler segnalare eventuali integrazioni/correzioni all'Ufficio Stampa: stampa.colonia@esteri.it

Sin dal 01 gennaio 2012, i Capi degli Uffici consolari aventi sede in Austria, Belgio, Francia, Germania* e Lettonia non esercitano funzioni notarili.

Pertanto, per qualsiasi atto notarile occorre rivolgersi ad un notaio in Italia o in Germania. E’ possibile consultare per la ricerca di un notaio in Italia il sito www.notariato.it, per la ricerca di un notaio in Germania, con conoscenza della lingua italiana, uno dei seguenti siti: www.notarverzeichnis.eu oppure www.deutsche-notarauskunft.de.


_________
* In attuazione dell’art. 28 del D. Lgs. 71/2011, il Decreto del Ministro degli Affari Esteri del 31 ottobre 2011 limita, a partire dal 1° gennaio 2012, l’erogazione dei servizi notarili da parte degli Uffici consolari aventi sede in Austria, Belgio, Francia, Germania e Lettonia.
Tale scelta si basa, in primo luogo, sull’esistenza di convenzioni bilaterali o multilaterali che hanno soppresso, per gli atti provenienti da tali Paesi, la necessità di legalizzazione o apostille e, in secondo luogo, sul fatto che i Notariati presenti in tali Paesi hanno aderito all’Unione Internazionale del Notariato (U.I.N.L.), elemento ritenuto idoneo a garantire la presenza in loco di adeguati servizi notarili.
Per avere efficacia in Italia gli atti dovranno comunque essere tradotti.
Il provvedimento prevede che il Capo dell’Ufficio Consolare continui in ogni caso a ricevere, a richiesta di cittadini italiani, testamenti pubblici, segreti o internazionali.
Egli può inoltre ricevere - previa verifica della oggettiva e documentata impossibilità da parte del connazionale di rivolgersi ad un notaio in loco - atti che rivestono carattere di necessità e urgenza, quando dal ritardo possa derivare pregiudizio al cittadino.
 


99